Luciano

Luciano

Delle arti marziali, praticai Karate (stile Nambu-Do), Kung-fu, Judo, Aikido, Kendo, Capoeira e Kick Boxing. Del Tai Chi Chuan, disciplina di raffinata eleganza, dello stile Yang praticai prima la classica “forma lunga” (108 movimenti), poi la “forma breve” del Mº Cheng Man Ch’ing – la “37 forme” –, su cui tuttora pratico.

Mi dedicai anche per un periodo allo studio del Tango argentino, il cui aspetto sensuale, l’espressione di eleganza e l’imprevedibilità di esecuzione moltomi hanno aiutato ad approfondire la pratica delle arti marziali.  

Dello Yoga – primo vero amore – ricordo ancora con emozione le prime lezioni da neofita con chi ancora oggi mi guida. Ho frequentato varie scuole (tra le tante, Surya Chandra Marga e Kriya Yoga) ma ciò che ho imparato dal Maestro Walter Ferrero lo trovo impagabile. A lui e Teresa Sintoni va tutta la mia gratitudine per ciò che oggi posso percepire ed assaporare della vita.